Billy è una rivista di cinema (e altre perversioni), tutto sommato.

Billy cerca di parlare di cinema in maniera differente, prendendo posizione, ma senza avere pregiudizi, perché Billy crede a una sola distinzione, rispetto al cinema: che sia buono o meno.

Billy va ai festival e guarda i blockbuster, crede al cinema d’autore e adora quello di genere, cerca di porsi sempre dalla parte scomoda, quella che solitamente non si considera.

Billy ha cambiato pelle tante volte, e oggi – che pure è sempre una rivista con le sue rubriche e le sue recensioni – propone e accarezza un’idea diversa di come si componga, in questo tempo oscuro, una rivista di cinema (e altre perversioni).

Perché il cinema è il cinema.